Quanto ci vuole per imparare a suonare la chitarra?

Molte persone, avvicinandosi per la prima volta al mondo della chitarra e volendo imparare a suonarla, si chiedono quanto tempo ci voglia per imparare a suonarla.
In realtà a questa domanda non si può dare una risposta precisa, in quanto è qualcosa che dipende da molti fattori e considerazioni diverse l’una dall’altra.
Gli aspetti principali di cui bisogna tenere conto sono:

La passione con la quale ci si dedica allo strumento

Questa è una delle cose che più aiuterà nei momenti difficili, nei quali si penserà di non essere portati per uno strumento o di non essere in grado di imparare nel modo corretto. Seguire le proprie passioni permetterà di ottenere grandi risultati in modo più rapido rispetto a chi si dedica all’apprendimento di uno strumento senza davvero amarlo ed esserne affascinato.

L’età dell’allievo

E’ possibile imparare a suonare la chitarra a qualsiasi tipo di età. Tuttavia chi inizia a dedicarsi a questa in un’età più giovane, come ad esempio a 8 o 9 anni, arriverà a 16 che suonerà da molti anni e si troverà nell’età più proficua dell’apprendimento nettamente avvantaggiato rispetto ad un adulto, il quale spesso non ha molto tempo da dedicare alle proprie passioni o ad apprendere cose nuove e, in molti casi, si arrende alle prime difficoltà che riscontra.

Il tempo che si dedica all’esercizio

Un’unica lezione di chitarra alla settimana da sola non è sufficiente per poter imparare correttamente la tecnica, ma è indispensabile allenarsi tutti i giorni.
Per poter ottenere buoni risultati è consigliabile dedicare all’allenamento almeno mezz’ora per 5 giorni alla settimana, per poi raggiungere picchi più alti successivamente.

Gli obiettivi che si vogliono raggiungere

Prima ancora di dedicarsi alla chitarra è utile valutare e prefissarsi gli obiettivi che si vogliono raggiungere.
Non bisogna però correre troppo: ovviamente non si impiega lo stesso tempo per eseguire brani con accordi semplici e imparare a suonare canzoni di difficoltà più elevata.
Spesso e volentieri un principiante non si rende nemmeno conto di quanto si possa fare con una chitarra e, per questo, occorre procedere passo dopo passo senza darsi troppa fretta o mettersi sotto pressione inutilmente.
Indicativamente parlando, per imparare i primi accordi si impiegherà qualche mese, mentre per ottenere una preparazione adatta a sostenere concerti o cose di questo tipo ci vorranno molti anni.

Tempo dedicato all’esercizio

Logico che la lezione di chitarra settimanale da sola non basta, ma bisogna allenarsi tutti i giorni. Per avere buoni risultati direi almeno mezz’ora al giorno per 5 giorni alla settimana. Poi in seguito si possono raggiungere picchi molto più elevati. Ad esempio mi ricordo che negli anni in cui studiavo di più ero sulle 8 ore al giorno. Un’ora al giorno è un buon compromesso anche per risultati più esigenti.

La preparazione che possiede l’allievo

Nel caso in cui una persona abbia già studiato musica nel corso della sua vita, anche non con la chitarra ma con qualsiasi altro strumento, nel momento in cui si approccerà a questa sarà in grado di imparare con una minore fatica e più velocemente, perché molti concetti musicali gli saranno già familiari e verranno ricordati senza troppa fatica.

L’insegnante a cui ci si affida

Le lezioni di chitarra per principianti online riguardano sempre sia l’insegnante che l’allievo e, in particolar modo, la figura del maestro è estremamente importante: questo ha infatti non soltanto il compito di aiutare il proprio allievo ad imparare nel modo più efficace e rapido possibile, ma deve anche stimolare e catturare l’interesse di questo, in modo tale che non si annoi o non si stanchi dell’attività che compie.
Ecco perché è fondamentale affidarsi ad un valido insegnante e fare tutto ciò che consiglia, apprendendo così in modo corretto ed efficace.

nkcommunication.it ©