La dura vita del Tricoticus acconciatus: quando il parrucchiere è un must

Oggi parliamo di un personaggio che ha trasformato la cura della propria criniera in uno stile di vita. Il Tricoticus acconciatus scandisce il proprio calendario maya in frazioni settimanali trascorrendo il proprio tempo in funzione del sabato. In questo giorno sacro il nostro personaggio sacrifica parte della chioma e del portafogli sull’altare magico del druido parrucchiere. Nulla può frapporsi tra questo animale abitudinario e il phon del coiffeur, pena la morte.

Questo personaggio si mostra alla luce del sole soltanto previa la perfetta strutturazione della chioma e l’accurata rimozione di ogni capello bianco. L’individuo, principalmente di sesso femminile, vive per nascondere accuratamente la propria età dietro improbabili colorazioni lontane anni luce dal colore originale fornito di listino da madre natura, colori variopinti che farebbero invidia ad un germano reale nella stagione degli accoppiamenti.

Meches, colpi di sole, extensions, tinture, piastre, ondulazione, messa in piega, permanente, poco importa, ciò che conta per questo purista del capello è la perfezione artistica e la ristrutturazione, per quanto senza incentivi statali. Con i capelli in disposizione antisfondamento da fare invidia alla migliore testuggine romana, la Tricoticus acconciatus guarda con sospetto e fastidio alle femmine dalla chioma scompigliata come abomini disordinati e fuorilegge.

L’animale Tricoticus studia anche attentamente la situazione meteorologica temendo in modo spasmodico il barometro: la femmina è consapevole della pericolosa azione che l’umidità può esercitare sulla piega appena realizzata increspando, arricciando e devastando l’impalcatura tricotica.

Ipermotivata, non teme le file del sabato, le spasmodiche attese, ma inganna il tempo leggendo, parlando o sparlando, raccontando i cavoli propri al parrucchiere-confessore e impicciandosi dei fatti altrui, in un’orgia di informazioni di cui si nutre in attesa del proprio turno. L’uscita dal parrucchiere è un momento mistico: circondata da una nuvola di lacca la femmina lascia il santuario in estasi già pregustando il ritiro spirituale successivo.

nkcommunication.it ©