In cosa consistono i servizi di IT consulting

L’biettivo principale di un’azienda è raggiungere un utile. Abbattere i costi IT grazie all’ottimizzazione di risorse e processi deve quindi rientrare necessariamente in una corretta programmazione finanziaria. I servizi di IT consulting, servono proprio in quest’ottica, cioè indirizzare e “consigliare” l’azienda affinché possa utilizzare al meglio le tecnologie ICT, come infrastrutture IT e reti aziendali, per diminuirne i relativi costi.

Ciò che i servizi di IT consulting metteranno in atto, sarà di progettare un nuovo sistema informatico o implementarne uno preesistente, per poi amministrare il tutto. Quasi inutile specificare come qualsiasi progetto di IT consulting, dalla semplice installazione di una macchina all’interno dell’impianto già operativo, o la progettazione dello stesso, deve essere realizzato da consulenti qualificati, onde evitare che mani inesperte possano portare il sistema a blocchi operativi.

Non investire nell’IT consulting quindi risulta avere quindi conseguenze gravi sull’operatività stessa dell’azienda, con una produzione che potrebbe rallentarsi o peggio ancora risultare “fuori mercato” per i costi raggiunti.

Risulta essenziale che chi opera nel campo dell’IT consulting ed offre servizi di consulenza specializzata condivida una documentazione dettagliata e soprattutto completa inerente l’infrastruttura per arrivare a stilare dei report su tutte quelle che sono le attività svolte per l’azienda.

Il settore dell’ IT consulting può essere suddiviso in tre rami principali:

 servizi professionali: messi in opera da aziende con molti consulenti ed una tariffa di fatturazione alta;
• aziende dette “Staffing”: tali aziende mettono a disposizione del cliente uno o più consulenti, ma solo per un determinato periodo. A differenza delle precedenti, che fatturano a progetto/obiettivo, queste avranno una tariffa solitamente a giorni di lavoro;
• consulenti indipendenti: costoro lavorano a progetto o ad orario, in maniera autonoma o con contratto.

Studio, analisi e progettazione dell’infrastruttura IT finalizzati a identificare punti di forza ed eventuali criticità del sistema sono i compiti delle figure appena descritte, senza dimenticare che risulta essenziale individuare linee evolutive attuabili per migliorare l’efficienza del sistema con conseguente riduzione dei costi.

Partendo dal presupposto che la quasi totalità delle attività di un’azienda avviene oramai attraverso programmi per computer su diversi sistemi, la consulenza IT risulta di vitale importanza per l’impresa in qualsiasi momento o fase produttiva.

Tutta l’infrastruttura deve essere progettata secondo degli schemi precisi, personalizzata sull’azienda cliente e i sistemi devono operare in sincrono adattandosi ai requisiti e le esigenze dell’impresa stessa.

Durante la fase di pianificazione un passo importante per il funzionamento dell’attività aziendale sarà quello della scelta corretta del del tipo di sistema (hardware) e del software implementato, con conseguente consulenza necessaria per gestire al meglio tutta l’infrastruttura aziendale.

Visione oggettiva della situazione, efficentamento e conseguente riduzione dei costi e relativa evoluzione tecnologica, come detto sono gli obiettivi principali dell’IT consulting. Seppur a volte sottovalutato, un sistema informatico non ottimizzato può incidere molto sul bilancio aziendale, sia a livello di costi vivi, che di mancati ricavi, come ben spiegato alla pagina Smi-Cons.it.

nkcommunication.it ©