Caldo afoso: i consigli per proteggere i più piccoli

Aspettiamo l’estate tutto l’anno, la bella stagione infatti ci fa pensare alle vacanze, al relax e alla spensieratezza. Tuttavia, quando il caldo diventa troppo afoso, bisogna correre ai ripari e prestare particolare attenzione, specialmente se con noi ci sono dei bambini.

    • Cosa fare per proteggere i bambini dal caldo afoso?

I bambini piccoli e ancor più i neonati sono una categoria davvero delicata, soprattutto durante le ondate di calore estivo. La temperatura corporea rischia di aumentare eccessivamente e bisogna trovare dei modi per mantenerla stabile, garantendo una corretta integrazione di liquidi e sali minerali. Una riduzione eccessiva di questi elementi indispensabili può causare abbassamenti rapidi della pressione arteriosa e mettere a rischio la salute.

    • Le principali regole da seguire per proteggere i più piccoli dal caldo afoso:

– monitorare il loro stato di salute e provvedere a reintegrare i liquidi persi con la sudorazione. L’ideale è assicurarsi che facciano piccoli sorsi d’acqua, almeno ogni 20 minuti;
– evitare l’esposizione al sole e le attività fisiche nelle ore calde, ovvero almeno dalle 11.00 alle 16.00;
– applicare prodotti con un alto fattore di protezione sulla loro pelle, almeno 15-20 minuti prima di uscire e ripetere l’operazione ogni due ore circa o dopo l’immersione in acqua

    • Come vestire i più piccoli quando il caldo è afoso?

Scegliere il vestiario per un bambino nelle giornate di sole intenso non è certamente semplice, i timori sono innumerevoli: coprirlo per proteggerlo dai raggi solari rischiando il surriscaldamento corporeo? oppure svestirlo, rischiando una scottatura solare?

È necessario prestare attenzione, ma una volta apprese alcune regole fondamentali, sarà tutto molto semplice e naturale:

Innanzitutto, è consigliabile scegliere indumenti freschi e coprenti, in grado di proteggere la pelle dai raggi solari. Esistono in commercio capi d’abbigliamento con fattore di protezione ultravioletta, che per i bambini deve preferibilmente essere UPF50.

Assicurarsi di avere sempre un cappellino in grado di fare ombra anche su orecchie e collo.

    • Come difendere i più piccoli dal caldo durante un viaggio in auto:

Innanzitutto, se possibile, è bene evitare di viaggiare in auto con bambini nelle ore più calde della giornata. Prima di entrare in auto è consigliabile far rinfrescare l’abitacolo e accertarsi che la superficie del seggiolino sul quale si siederà il bimbo non scotti.
È possibile usare l’aria condizionata durante un viaggio in automobile con bambini, purché le bocchette non siano orientate direttamente sui piccoli passeggeri. È consigliabile che la temperatura all’interno dell’auto sia circa 5°C in meno rispetto alla temperatura esterna.

Anche in questa situazione è necessario verificare che i piccoli siano sufficientemente idratati.

    • Come soccorrere un bambino eccessivamente accaldato:

Se notate che il vostro bambino piange eccessivamente, si mostra nervoso e stanco, mettetelo al riparo all’ombra evitando sbalzi di temperatura repentini. In questo caso bisogna immediatamente provvedere ad idratare il piccolo.

Per abbassare la temperatura corporea è utile fare brevi docce di acqua tiepida, mai fredda. Se le condizioni appaiono persistenti o gravi, rivolgersi ad un medico.

nkcommunication.it ©