Chiller per acqua ed olio: cosa sono e a cosa servono?

Chiller per acqua e olio: di cosa si tratta
Al giorno d’oggi si sente spesso parlare di chiller ma non tutti sanno esattamente cosa indichi questo termine. Si tratta sostanzialmente di un apparecchio che viene utilizzato prevalentemente negli ambienti industriali e che serve ad abbassare sensibilmente le temperature mediante i gas frigorigeni. Un chiller dunque è una macchina termina che può essere anche chiamata refrigeratore e che viene utilizzata in quei settori in cui è necessario mantenere delle basse temperature come ad esempio il campo alimentare, la lavorazione di materiali di plastica oppure il settore farmaceutico. Generalmente un chiller è caratterizzato da tre elementi che agiscono insieme: il compressore, il condensatore e uno strumento che permette l’evaporazione. Tutti questi apparecchi effettuano un lavoro che produce energia termica che ha un un impatto notevole sui consumi. Nonostante ciò quest’ultimo può cambiare in base a differenti fattori come ad esempio la temperatura ambientale esterna e la temperatura del fluido che si emette. Di solito lo strumento che produce maggiori consumi è comunque il compressore.

Quali sono le principali tipologie di chiller
In genere i chiller possono essere ad aria o ad acqua. Quest’ultimo utilizza lo scambiatore dell’acqua per avviare il processo di condensazione mentre il secondo si avvale dell’aria esercitando la medesima funzione. In questo caso però bisogna ricordare che verrà utilizzato anche il sistema di ventilazione che genera senz’altro più rumore nonché consuma più energia. Solitamente un chiller per l’olio si usa nelle macchine utensili al fine di mantenere l’olio ad una temperatura corretta per la lavorazione. Per tale operazione si usano maggiormente i condensatori ad aria che necessiteranno quindi dell’utilizzo di un ventilatore. Per far raffreddare l’acqua invece è opportuno un circuito di refrigerazione. Quest’ultimo infatti tiene conto delle condizioni climatiche ambientali, dell’eliminazione del fluido di raffreddamento e della qualità dell’acqua ma allo stesso tempo permette anche di scegliere la temperatura in modo più flessibile.

Quali sono i vantaggi di acquistare un chiller
L’acquisto di un chiller è necessario per alcuni settori industriali che necessitano una riduzione delle temperature per la loro produzione. Tali macchinari possiedono numerosi vantaggi come ad esempio il mantenimento della temperatura costante. In questo modo sarà dunque possibile lavorare in modo adeguato nelle fabbriche e rendere decisamente migliori le condizioni dell’ambiente circostante. Pertanto è necessario acquistare un chiller che possa soddisfare al meglio le proprie esigenze. Sul mercato ce ne sono di tantissime tipologie differenti e non è sempre facile scegliere quello che si adatta maggiormente alle proprie esigenze. Naturalmente il primo requisito a cui bisogna badare è lo scopo che si vuole ottenere: in base a quest’ultimo infatti dovranno poi essere scelti i diversi tipi di chiller.

Cosa valutare nella scelta di un chiller
Ci sono diversi fattori che bisogna tenere in considerazione quando si deve acquistare un chiller. Uno di questi è senza dubbio il carico termico. Prima di comprare un chiller infatti ci si dovrà assicurare che esso sia abbastanza ampio per contenere il carico termico adoperato. Fatto ciò bisogna poi occuparsi del refrigerante e della sua temperatura. Tali elementi variano a seconda di diversi fattori: ad esempio è bene ricordare che l’acqua e l’olio non hanno le stesse peculiarità. Pertanto è opportuno verificare la tipologia di refrigerante utilizzata e il metodo con cui si trasferisce il calore. Anche l’ambiente è senza dubbio un fattore che non può essere sottovalutato: se il chiller viene installato all’aperto infatti è possibile che le temperature siano molto alto e che l’ambiente sia sporco, mentre di solito all’interno le temperature possono variare. Altri elementi da non sottovalutare sono poi le dimensioni del chiller, la potenza, il controllo, l’affidabilità e la manutenzione.

nkcommunication.it ©