Duplicazione chiavi auto con transponder

Si è aperta una nuova era per gli antifurti e gli accessori elettronici per auto.

La vecchia chiave che usavate per mettere in moto la vostra auto è stata ormai sostituita dalla più moderna chiave transponder che, insieme ad un piccolo aggeggio elettronico, va a formare un ulteriore tipo di antifurto da abbinare alla vostra auto: l’antifurto Immobilizer.

Senza il segnale del transponder, il motorino di avviamento non partirà.

Consigliato a tutti coloro che vogliono lasciare l’auto incustodita ma al tempo stesso essere sicuri di ritrovarla lì, il transponder infatti vi darà più sicurezza e sarete felici di parcheggiare l’auto ovunque per tutto il tempo che volete.

Oltrettutto per contrastare i furti d’auto, l’ Immobilizer, si rivela infallibile; per far desistere un ladro dal suo scopo basterebbe che il suddetto si accorga che avete il dispositivo installato sulla vostra vettura.

 

Cos’è il transponder

 

Nel campo delle telecomunicazioni, i transponder sono dei canali in cui si trasmette un segnale, mettendo in comunicazione il canale di ricezione con quello di trasmissione.

In poche parole, il transponder non è altro che un aggeggio che riceve, amplifica e passa il segnale su un’altra frequenza.

Il trasponder, nel nostro caso, serve a far comunicare l’auto con la centralina tramite un codice segreto contenuto nella chiave.

In caso di assenza di contatto tra i due dispositivi elettronici, la centralina dell’auto non manderà nessun impulso al motorino di accensione dell’auto e di conseguenza non si accenderà.

Se invece il contatto tra la chiave transponder e il dispositivo sarà corretto, la centralina manderà il segnale al motorino e la vostra auto si avvierà.

 

La chiave transponder e l’antifurto Immobilizer

 

Ogni chiave contiene al suo interno il chip transponder con il codice segreto già memorizzato.

Il dispositivo che riceve il segnale invece sarà una specie di antennina da installare sotto al volante.

Ogni qualvolta che volete accendere la vostra auto, basterà semplicemente inserire la chiave e partirà all’istante l’impulso diretto all’antennina, che risponderà avviando prontamente il motore.

Da qui nasce l’antifurto Immobilizer che impedirà l’accensione del motore se non in possesso della chiave transponder.

Così, avrete complicato tantissimo il “lavoro” ai ladri, dato che non basterà più collegare i fili sotto al volante per accendere l’auto.

Infine, le chiavi transponder sono molto più delicate delle chiavi semplici e dovrete prestare più attenzione e cercare di non farle urtare o cadere altrimenti il chip contenuto al suo interno potrebbe rompersi.

 

I tipi di chiave transponder

 

Per questi tipi di chiave, rivolgetevi sempre ad un negozio specializzato con personale qualificato.

Essendo un dispositivo elettronico non è detto che non potreste avere dei problemini mentre lo usate e, proprio per questo motivo, un negozio con prodotti di qualità, vi darà sicuramente più garanzie.

Le chiavi transponder sono compatibili con quasi tutte le case automobilistiche, ed per ognuna di essa viene rilasciato un tipo di chiave contenente il chip con il codice.

Tra le più importanti troviamo : BMW/Mini, Dacia, Daewoo, Ducati, Fiat, Ford, Honda, Hyundai, Jeep/Chrysler, Kawasaki, Land/Range Rover, Mazda, Mercedes, Mitsubishi, Nissan, Opel, Piaggio, PSA, Renault, Suzuki, Toyota, Volkswagen e Yamaha.

nkcommunication.it ©